giugno 13, 2017 8:00 am

L’ansia e il dolore del paziente sono i due reali problemi clinici dello studio odontoiatrico, sempre in agguato ma spesso invisibili agli occhi dei più.

Rappresentano la causa assolutamente più frequente delle emergenze mediche che si possono incontrare nello studio odontoiatrico e costituiscono fonte di stress lavorativo per l’odontoiatra e il personale dello studio.

La gestione dell’ansia e del dolore del paziente costituisce un requisito indispensabile per effettuare interventi odontoiatrici in massima sicurezza e diventa un canale efficace di comunicazione per la professione.

Il protocollo di sedazione ansiolitica proposto dal Prof. Giovanni Manani e utilizzata da molti anni presso il nostro Studio, rappresenta oggi un moderno e valido strumento a disposizione dell’odontoiatra.

Questa tecnica ansiolitica può essere condotta in totale autonomia dal professionista e si avvale dell’uso di benzodiazepine (es Valium) che vengono somministrate al paziente per via orale ed endovenosa e titolate in base alla risposta soggettiva che viene controllata attraverso monitor multifunzionali.

L’amnesia anterograda che si associa al trattamento rappresenta un ulteriore vantaggio della metodica ansiolitica che assicura al team odontoiatrico livelli elevati di sicurezza, alto comfort operativo e massimo gradimento per il paziente.

Questo e’ il segreto per avere pazienti non traumatizzati e felici dopo gli interventi chirurgici eseguiti.

img_1497